domenica 15 giugno 2014

365 giorni da Yes Man

oggi sono io

Capitano a tutti quei periodi di vita intensissimi in cui non ci rendiamo conto delle settimane che passano talmente siamo occupati a correre dietro a tutte le incombenze, a rispettare le scadenze, a raggiungere i nostri obiettivi; spesso l’accavallarsi di impegni è una scelta fatta anche per distrarre la nostra attenzione da aspetti poco piacevoli della vita, da progetti che non vanno in porto, da delusioni. E così diventiamo yes men, che dicono “sì” ad ogni proposta per non vedere quello che ci succede intorno. Così è iniziata anche per me, un anno fa.

Esattamente un anno fa, per dimenticare una delusione sentimentale ho iniziato a dire “sì” ad ogni proposta, ad ogni offerta, ad ogni richiesta, ad ogni invito. Ho iniziato ad affollare le pagine della mia agenda di impegni ed incombenze per non sentire quel vuoto ingombrante che lasciano le persone importanti quando escono dalla nostra vita. I giorni passavano veloci, sempre più veloci, stretti nelle morse delle cose da fare; la stanchezza si accumulava prepotentemente, i ritmi erano impressionantemente concitati ed il fiato si faceva sempre più corto, contemporaneamente troneggiava l’ansia di non riuscire a portare a termine tutto. Eppure ogni giorno cresceva il sorriso, la sicurezza, la consapevolezza di me stessa. Dai primi di giugno 2013 ai primi di giugno 2014 ho avuto così tante esperienze che mi sembra impossibile sia trascorso solo un anno: mi pare che quest’ultimo anno sia durato molto più di 365 giorni!

Sorprendentemente il flusso di impegni non si è ancora arrestato e anzi si impenna sempre di più; talvolta a letto, guardando il soffitto penso “ma riuscirò a fare tutto?!”. La risposta, dopo mille elucubrazioni notturne è sempre “Non lo so, ma ci penserò domani. Dopotutto domani è un altro giorno!”.

domani-altro-giorno

Questi lunghissimi 365 giorni mi hanno cambiata molto, ho capito che peso dare alle cose, agli avvenimenti, alle situazioni e, soprattutto alle persone. Ho capito che il tempo passa inesorabilmente e che l’unica cosa che conta è avere vicino delle persone che amo e al contempo che quelle persone vogliano me. Ho trascorso (o sarebbe più opportuno dire sprecato)troppo tempo a rincorrere persone che non mi volevano davvero nella loro vita e ho capito che, per quanto possa essere doloroso, per quanto bene puoi voler loro, talvolta è meglio lasciarle andare e proseguire per la tua strada. Ho compreso che chi mi vuole davvero bene c’è sempre, nonostante i giorni difficili, nonostante gli impegni. Ho scoperto che essere uno yes man ti apre porte sensazionali dal punto di vista personale perché puoi conoscere persone che ti cambiano la vita o anche semplicemente il modo di vedere la vita. Ho capito che essere gentili ed accogliere tutti con un sorriso, anche se intorno le cose vanno male, lasica un segno negli altri e soprattutto lascia un segno in me. Ho cercato di tenere stretti i rapporti con tutte le persone a cui tenevo, a cui volevo bene: alcune persone se ne sono andate, mi hanno fatto capire che non tenevano a me oppure che non ci tenevano abbastanza, ma molte, moltissime, sono restate, hanno ricambiato il mio affetto, sono state presenti, nei loro tempi e nei loro modi, ma oggi ci sono, mi cercano, ci tengono ad esserci.

this is me

Non ho paura del domani, dell’incertezza, dei problemi, delle grandi crisi e delle tante  piccole difficoltà quotidiane: non si può scappare, questa è la vita e ne abbiamo una sola. Possiamo solo renderla speciale e circondarci di persone fantastiche.
Io l’ho fatto. Ed oggi sono io.

garden state

22 commenti:

  1. che bello *_*
    Fai venir voglia di diventere una "yes man" anche me! In bocca al lupo per tutti i progetti ancora aperti, vedrai che riuscirai a far tutto!

    RispondiElimina
  2. Mi piace tanto questo post, ben scritto sa di verità, di filosofia, di vita vera, di emozioni .... Hai fatto bene a scriverne e farlo dopo tempo, a mente fredda, analizzando bene il tutto ... Ti auguro bellissime emozioni
    XoXo
    Mary
    New Post-> http://www.modidimoda-mapi.blogspot.it/2014/06/trend-il-bracciale-fiocco-lol.html

    RispondiElimina
  3. Un post molto vero, dove ci sei. Ti leggiamo forte e chiaro. ;)
    Buona Domenica...
    Tiziana

    RispondiElimina
  4. bellissimo questo post!!!

    Federica
    http://www.thecutielicious.com
    The Cutielicious

    RispondiElimina
  5. Stupendo questo post ! Impossibile per me non ripensare ad un anno vissuto in modo simile, dopo una brutta rottura che mi aveva lasciata svuotata e triste e che si è rivelata invece l'esperienza più fruttuosa della mia esistenza, facendomi aprire al mondo e facendomi scoprire lati di me e degli altri che non conoscevo affatto. Ti auguro il meglio, in bocca al lupo per tutti i tuoi progetti !.

    Fashion and Cookies

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente quello che è successo a me, Vale!

      Elimina
  6. Yes man! Mi hai ricordato il film con Jim Carrey che ho visto al cinema qualche anno fa, che follia! Ma dopotutto insegna che bisogna dire sì alla vita, dovrei farlo anche io un po' di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ispirazione del titolo viene proprio da lì!

      Elimina
  7. Splendido post e splendida la tua "rinascita" a cui mi sento di aver assistito grazie ai tuoi post. Mi piaci sempre di più :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Hermosa, hai proprio ragione, voi c'eravate!

      Elimina
  8. E' un post bellissimo.
    La tua vita è molto cambiata durante quest'ultimo anno ed io leggo molto cambiata anche te. Più matura, più consapevole, più decisa e più donna.
    A volte penso che dovrei dire si più spesso anche io. Non per le stesse ragioni che hanno spinto te, ma in fondo credo che esista sempre una buona ragione per farlo. Dovrei scrivere un post su questo.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  9. Bellissimo questo post anche io ho passato un periodo simile nella mia vita e mi ha portato tante belle novità

    RispondiElimina
  10. Hahah, che bell post, hun *_*

    Have a great week,

    Nicole

    www.nicoleta.me

    RispondiElimina
  11. che nel frattempo stavo editando foto ed ascoltando musica,

    RispondiElimina
  12. prima volta che passo da te (grazie a "Secondo Lucy") e posso dire di aver trovato un'amica a distanza. Posso? :)
    Anche io ho cambiato vita con un anno da "yes man" e non me ne pento.
    Finchè son rose fioriranno! Prendiamola così :)

    RispondiElimina

Mi piace sapere cosa ne pensate! Grazie per aver commentato!